Main menu

MINERALOGIA

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Corso cinquennale a ciclo unico in: Restauro PFP1

Anno: 3° anno
Codice: ABPR29
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Chimica e fisica per il restauro

Crediti formativi: 6
Ore: 45
Prof. Vito Meggiolaro
E-mail: vito.meggiolaro@accademiabelleartiverona.it

Obiettivi formativi

Gli studenti dovranno essere in grado di descrivere e quindi riconoscere e classificare correttamente minerali e materiali lapidei comunemente impiegati nell’ambito dei Beni Culturali nonché i prodotti del degrado degli stessi materiali.

Prerequisiti

Elementi di chimica e fisica acquisiti nei precedenti corsi dedicati.

Contenuti del corso

1. Cenni sulla struttura e dinamica della crosta terrestre.
2. I minerali: definizione, la struttura cristallina e i raggi x, esempi di strutture cristalline, polimorfismo, isomorfismo, pseudomorfismo.
3. Descrizione dell’aspetto macroscopico dei minerali (forma dei cristalli, colore, colore della polvere, limpidezza, lucentezza).
4. Caratteristiche fisiche dei minerali: durezza, coesione, frattura, sfaldatura, densità e peso specifico, dilatazione termica, fluorescenza, proprietà magnetiche, proprietà ottiche in luce polarizzata.
5. Classificazione dei minerali: elementi e leghe, solfuri, alogenuri, ossidi, carbonati, borati, solfati, fosfati, silicati, organici (ossalati).
6. Approfondimenti su calcite (cenno a ciclo della calce, calci idrauliche, cementi); dolomite; gesso (cenno al ciclo del gesso); quarzo e altre forme polimorfe; feldspati, miche.
7. Rocce e materiali lapidei: terminologie, definizioni commerciali e classificazione.
8. Rocce magmatiche: meccanismi genetici, descrizione e classificazione delle più comuni rocce effusive e intrusive (granito, porfido, sienite, trachite, diorite, gabbro, basalto).
9. Processi sedimentari (erosione, trasporto, sedimentazione) e materiali dei sedimenti terrigeni (granulometria, forma, composizione), stratificazione e litificazione. Riconoscimento di comuni rocce sedimentarie terrigene e piroclastiche (cenno sulle pozzolane).
10. Calcari e loro ambienti sedimentari; composizione (granuli, matrice, cemento) e comuni classificazioni dei calcari. Distribuzione ed estensione e delle formazioni calcaree. Riconoscimento dei calcari di più largo impiego locale.
11. Processi di formazione e caratteristiche distintive delle rocce metamorfiche; riconoscimento dei loro tipi commerciali più comuni (marmi, gneiss, serpentiniti).
12. Distribuzione geografica delle rocce: unità geologiche e loro rappresentazione cartografica, lettura di carte geologiche.
13. Proprietà fisiche e meccaniche dei materiali lapidei, loro significato e modalità di misura (cenni sulle norme), implicazioni per l’utilizzo, il degrado e il restauro.

Testi di riferimento

Appunti delle lezioni.

Metodi didattici

Lezioni frontali teoriche, con supporto di materiale grafico e fotografico, e pratiche con supporto di un’ampia collezione di minerali e di materiali lapidei oggetto di descrizione e riconoscimento.

Modalità di valutazione

Prova scritta e prova pratica.

FacebookTwitter