Main menu
Accademia di Belle Arti di VeronaMetodologie e tecniche del contemporaneo

Metodologie e tecniche del contemporaneo

Corso di Diploma accademico di 1° livello in: Pittura/Scultura

Anno: 3° anno
Codice: ABST52
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Storia e metodologia della critica d’arte

Crediti formativi: 6
Ore: 45
Prof. Daniele Torcellini
E-Mail: daniele.torcellini@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Contenuti del corso

Il corso di Metodologie e tecniche del contemporaneo ha l’obiettivo di approfondire i principali sviluppi artistici nazionali ed internazionali, dal secondo dopoguerra ad oggi. Il corso intende fornire agli studenti chiavi di lettura che possano permettere loro di contestualizzare le principali forme artistiche della contemporaneità, potendone cogliere gli aspetti più strettamente operativi e di poetica, i rapporti con gli sviluppi precedenti e successivi dell’arte e della cultura visiva, i rapporti con gli sviluppi della tecnologia e della società.

Si prevede di affrontare gli argomenti sia attraverso una analisi diacronica, sia attraverso un approfondimento tematico, di taglio monografico, dedicato alle pratiche artistiche e visive che hanno fatto del colore il principale oggetto di ricerca o uno strumento essenziale di lavoro. Il corso intende affrontare i modi e i contesti in cui il colore è impiegato, interpretato, prodotto, riprodotto, trasmesso, fruito e percepito nell’ambito della ricerca artistica e in quello più vasto della cultura visiva, in relazione a tecniche, strumenti, metodologie, significati e forme di pensiero che nell’impiego del colore prendono corpo.

Testi di riferimento

Vettese, L’arte contemporanea, Bologna, 2012
Poli, Contemporanea: arte dal 1950 ad oggi, Milano, 2008
Menna, La linea analitica dell’arte moderna, Torino, 1976
C. Danto, Dopo la fine dell’arte. Arte contemporanea e il confine della storia, Torino, 2008
Batchelor, Chromophobia, London, 2000
Buchloh, “The Primary Colors for the Second Time: A Paradigm Repetition of the Neo-Avant-Garde”, in October, Vol. 37, 1986, pp. 41-52
Venturi, Black Paintings: eclissi sul modernismo, Milano, 2008
Color Chart: Reinventing Color, 1950 to Today, MoMA, New York, 2008
Gage, Colour in Art, London, 2007
Mirzoeff, Introduzione alla cultura visuale, Roma, 2002
Krauss, “Grids”, in October, Vol. 9, 1979, pp. 50-64
Jarman, Chroma, Milano, 1995

La bibliografia indicata è di riferimento. Indicazioni bibliografiche più specifiche e/o finalizzate all’esame saranno fornite durante il corso delle lezioni.

Modalità di valutazione

L’esame finale si svolgerà affrontando una discussione intorno ad alcuni temi trattati durante le lezioni. Si suggerisce agli studenti un approfondimento tematico che può prendere la forma di una breve tesina scritta, la cui lunghezza non dovrà superare i 9.000 caratteri spazi inclusi. La redazione di una tesina non è ad ogni modo obbligatoria ai fini del superamento dell’esame. Ai fini dell’esame potranno ad ogni modo essere valutate anche altre forme di approfondimento personale, purché si sia in grado di giustificare criticamente ogni scelta.

FacebookTwitter