Main menu

Regia 2

Corso di Diploma accademico di 1°  livello in: Scenografia

Anno: 2° anno
Codice: ABPR35
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Regia

Crediti formativi: 4
Ore: 50
Prof. Paolo Valerio 
E-Mail: paolo.valerio@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Obiettivi formativi

Obiettivo formativo principale del corso è l’approfondimento e la messa in pratica da parte degli studenti dei fondamenti dello studio della Regia, in ogni suo aspetto.
Dopo aver delineato in modo teorico, attraverso lo studio di registi di teatro e delle loro messe in scena più importanti, gli elementi fondamentali della regia di uno spettacolo, gli studenti realizzeranno una propria scrittura di un testo drammaturgico.
Successivamente il lavoro sarà quello dell’analisi del testo drammaturgico in funzione della concreta messa in scena dello stesso, dei suoi personaggi e dell’analisi del processo creativo.
Il corso proseguirà quindi con l’allestimento del testo scritto, con particolare attenzione agli aspetti di scenografia, scenotecnica, illuminotecnica, multidisciplinari con l’inserimento anche di arti come la danza e la pittura. In questa fase ogni studente avrà il suo ruolo ben definito all’interno del processo produttivo del progetto.

Contenuti del corso

Il corso sarà articolato in diversi moduli
– Regia, recitazione e il corpo: Stanislavskij – Grotowski – Barba
– il Teatro Danza di Pina Bausch
– Analisi del testo e ipotesi di regia di “Otello” e “Misura per Misure” di William Shakespeare e del romanzo “Seta” di Alessandro Baricco

Testi di riferimento

ALBANO LUCILLA      Il secolo della regia, Marsilio
ALONGE ROBERTO    Il teatro dei registi, Laterza
BROOK PETER                   Il punto in movimento, Ubulibri
RONCONI LUCA                 Luca Ronconi, la ricerca di un metodo, Ubulibri
GROTOWSKI J.                  Per un teatro povero; prefazione di Peter Brook – Roma, M. Bulzoni, 1970 (Contiene anche scritti di Ludwik Flaszen, Eugenio Barba)
STANISLAVSKIJ K.S.          Il lavoro dell’attore su se stesso ; a cura di G. Guerrieri; prefazione di F. Malcovati. – 13. ed. – Roma – Bari, Laterza, 2000.
STANISLAVSKIJ K.S.          Il lavoro dell’attore sul personaggio; a cura di F. Malcovati; prefazione di G. Strehler. – 4. ed. – Roma-Bari, Laterza, 1999
Ulteriori testi verranno indicati durante le lezioni.

Metodi didattici

Il corso si svolgerà in modalità laboratoriale con il concreto coinvolgimento degli studenti in tutti gli ambiti della progettazione e produzione di una regia teatrale.

Modalità di valutazione

La valutazione sarà composta sia dalla scrittura del progetto che dalla realizzazione dello stesso.

*Per l’ A.A. 2016/2017 l’insegnamento è accorpato con Regia 1.

FacebookTwitter