Main menu
Accademia di Belle Arti di VeronaRESTAURO DEI DIPINTI Contemporanei

RESTAURO DEI DIPINTI Contemporanei

Corso quinquennale a ciclo unico in: Restauro PFP1

Anno: 5° anno
Codice: ABPR24
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Restauro per la pittura

Crediti formativi: 10
Ore: 125
Prof.ssa Cristiana Todaro
E-Mail: cristiana.todaro@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Obiettivi formativi

Il programma prevede la medesima impostazione metodologica del corso Restauro dei dipinti murali 1 al fine di ottenere una continuità didattica con gli insegnamenti precedentemente impartiti .
Anche in questo ambito, l’obiettivo formativo principale sarà quello di favorire lo studente a sviluppare le proprie capacità di analisi e di elaborazione critica dei fenomeni riguardanti i dipinti murali, affinché possa elaborare autonomamente un percorso analitico-progettuale  per la tutela del bene. Infatti, obiettivo delle lezioni sarà quello di guidare gli allievi alla messa a punto di una corretta prassi operativa, formulata in maniera controllata e ragionata per casi specifici di pitture murali antiche.
Lo studente sarà quindi guidato alla messa in opera di tali metodologie, mettendo in atto tutti gli accorgimenti necessari affinché l’intervento risulti efficace e nel contempo il meno invasivo possibile per l’opera.

Contenuti del corso

Nel corso delle lezioni saranno approfondite le operazioni di restauro necessarie al risanamento dei principali fenomeni di degrado e gli accorgimenti tecnici per la messa in opera di tali metodologie al fine di ripristinare le corrette condizioni conservative del bene.
Tali  fasi verranno sempre accompagnate da approfondimenti sulle caratteristiche dei materiali per il restauro,  analizzando sia i prodotti che per efficacia sono entrati nella prassi esecutiva del restauro dei dipinti murali, sia quelli più innovativi e di ultima generazione.
Lo studente sarà quindi guidato alla messa in opera di tali metodologie, mettendo in atto tutti gli accorgimenti necessari affinché l’intervento risulti efficace e nel contempo il meno invasivo possibile per l’opera.

Testi di riferimento

C. Cennini, Il libro dell’arte, a cura di Franco Brunello, Neri Pozza Editore, Vicenza, 1995
C. Maltese,  (a cura di)  Le tecniche artistiche,  Mursia, Milano 2000.
M. Matteini, A. Moles, La chimica nel restauro. I materiali dell’arte pittorica, Nardini Editore, Firenze, 1996.
G. Botticelli, Metodologia di restauro delle pitture murali, Centro Di, Firenze, 1992.
P.,L. Mora, P. Philippot, La conservazione delle pitture murali, Editrice Compositori, Bologna, 1999
P.Cremonesi, L’uso di tensioattivi e chelanti nella pulitura di opere policrome, Collana i Talenti, Ed il Prato, Padova, 2001
L. Borgioli, P. Cremonesi, Le resine sintetiche usate nel trattamento di opere policrome, Collana i Talenti, ed. Il Prato, Padova,. 2005
S. Franceschi, L. Germani, Il degrado dei materiali nell’edilizia. Cause e valutazione delle patologie. Ed. DEI, 2007
AAVV,  Le pitture Murali. Il restauro e la materia. Le antologie ‘OPD Restauro’, Centro DI, dicembre 2007
AAVV, Le pitture Murali. Il restauro e la storia. Le antologie ‘OPD Restauro’, Centro DI, marzo 2008
N.Bevilacqua, L. Borgioli, I. A. Gracia, I PIGMENTI NELL’ARTE dalla preistoria alla rivoluzione industriale, ed. Il prato, 2010
G. Botticelli, S. Botticelli, Lezioni di Restauro, Le pitture murali, ed. centro Di, marzo 2012
D. Riggiardi (a cura di) Il ciclododecano nel restauro dei manufatti artistici a cura. Quaderni del Cesmar7, n.8 Casa Editrice Il Prato, Padova
Atti del convegno IGIIC  Lo stato dell’Arte  (selezione)
Atti del convegno Scienza e Beni Culturali, Arcadia Ricerche (selezione)

Metodi didattici

Gli argomenti del corso saranno acquisiti sia nell’ambito di lezioni frontali, dove saranno illustrati esempi di casi studio di particolare interesse, sia tramite l’osservazione diretta e il lavoro su pitture murali antiche.

Modalità di valutazione

Gli studenti a fine corso dovranno saper svolgere considerazioni metodologiche – scientifiche e tecnico-operative  sui criteri di scelta e sulle modalità di controllo degli interventi.
L’apprendimento degli studenti sarà verificato nel corso delle lezioni tramite domande mirate e al termine del percorso tramite esame finale che permetta di avere un riscontro delle conoscenze acquisite.

FacebookTwitter