Main menu
Accademia di Belle Arti di VeronaRestauro dei mosaici e dei rivestimenti lapidei

Restauro dei mosaici e dei rivestimenti lapidei

Corso quinquennale a ciclo unico in: Restauro  PFP1

Anno: 4° anno
Codice: ABPR26
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Restauro per la decorazione

Crediti formativi: 8
Ore: 100
Prof.ssa Annalisa Marcucci
E-Mail: annalisa.marcucci@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Obiettivi formativi

Il corso consterà di lezioni teoriche e in attività pratico-operative. Gli allievi avranno così un’impostazione metodologica e le conoscenze necessarie all’acquisizione di una adeguata professionalità nel campo del restauro e della conservazione della decorazione musiva.

Contenuti del corso

Modulo teorico

Le lezioni teoriche affronteranno temi indispensabili al restauro e si articoleranno come segue:

  • metodologie di conservazione e restauro: problematiche generalmente presenti sui manufatti, loro riconoscimento mediante l’analisi di alcuni restauri emblematici e particolarmente significativi;
  • studio dei materiali che caratterizzano i manufatti dal punto di vista fisico – chimico e la loro interazione con l’ambiente;
  • studio dei fattori di deterioramento fisico-chimico dei materiali e descrizione delle forme di alterazione e degradazione classificate in base alle norme UNI/NORMAL vigenti;
  • metodi di documentazione e rilievo applicati al restauro;
  • conoscenze relative all’esecuzione di un progetto di restauro (fasi preliminari, esecutive e definitive);
  • individuazione dei prodotti e metodiche, attualmente offerte dalla tecnica scientifica;
  • metodologie e tecniche di pulitura;
  • metodologie e tecniche del consolidamento;
  • metodologie e tecniche di integrazione delle lacune;
  • metodologie e tecniche di sostituzione di supporti e/o parti non adatte alla conservazione del manufatto;
  • indicazioni per una adeguata conservazione ed eventuale manutenzione delle opere.

Modulo tecnico operativo

Durante le attività di cantiere/laboratorio, gli studenti riceveranno una istruzione tecnico-operativa inerente a tutte le fasi di un intervento di restauro su manufatti messi a disposizione dall’ente durante l’anno accademico. Ogni operazione sarà svolta in piena osservanza delle norme di sicurezza e costantemente tesa a sviluppare nello studente una forte coscienza al rispetto di tali norme.
Le attività pratiche saranno, per ognuna delle fasi sotto elencate, inizialmente vagliate con prove o con esercizi finalizzati a sviluppare un’adeguata capacità d’intervento nello studente. Quindi si procederà direttamente su manufatti di pregio garantendo ognuna delle seguenti esperienze:

  • studio e documentazione dei manufatti e fasi di restauro svolte all’interno dei cantieri/laboratorio;
  • determinazione dello stato di conservazione del manufatto e delle cause del loro deterioramento;
  • esecuzione di saggi preliminari e cognitivi;
  • realizzazione di protezioni pre-intervento di restauro;
  • eliminazione, laddove necessario, di strati e strutture non più idonee alla conservazione del manufatto;
  • eliminazione delle forme di deterioramento specifiche del manufatto;
  • operazioni di pulitura meccanica, fisica e chimica;
  • operazioni di consolidamento con utilizzo di prodotti adeguati al tipo di materiale e al contesto in cui si collocherà l’opera ;
  • operazioni di pronto intervento correlato al manufatto e al suo stato di conservazione;
  • integrazioni di parti mancanti con metodi di riduzione dell’interferenza visiva causata dalla lacuna, perdita e/o mancanza;
  • operazioni di protezione finale delle opere.

Testi di riferimento

–          Teoria e tecniche di integrazione delle lacune nei mosaici di Cesare Fiori, Mariangela Vandini, Francesca Casagrande – Il Prato
–          Teoria e tecniche per la conservazione del mosaico di Cesare Fiori, Mariangela Vandini – Il Prato – 2002
–          Tecniche di distacco nel restauro dei mosaici di Cesare Fiori, Roberta Riccobene, Claudia Tedeschi – Il Prato – 2008
–          Il Restauro, Cesare Brandi
–          Il mosaico: materiali e tecniche dalle origini ad oggi. Isotta Fiorentini Roncuzzi. Longo Ed., 1984
–          Pavimenta: le tipologie storiche del mosaico pavimentale : mostra didattica.  Maioli, Maria Grazia; Racagni, Paolo; Perpignani, Paola. Ravenna: Comune di Ravenna, stampa 2001 (Forlì : Grafiche MDM)

Metodi didattici

Tutte le operazioni saranno svolte con metodiche e mezzi le cui priorità saranno l’apprendimento dei principi fondamentali del restauro (reversibilità, riconoscibilità, intervento minimo, compatibilità coi materiali antichi, ecc.) e dei modelli attuativi in linea con le raccomandazioni delle Carte del Restauro. Le esperienze di cantiere/laboratorio verranno sviluppate dallo studente attraverso la produzione di una tesina finale che costituirà un’esercitazione di una relazione/progetto di restauro.

Modalità di valutazione

Gli studenti saranno valutati durante tutto il semestre attraverso verifiche orali sugli elaborati e i lavori in corso di svolgimento e con la produzione di una tesina finale contenente tutti i contenuti del corso.

FacebookTwitter