Main menu
Accademia di Belle Arti di VeronaScultura 2 – Biennio

Scultura 2 – Biennio

Corso di Diploma accademico di 2° livello in: Atelier Direction. Mediazione per l’arte.

Anno: 2° anno
Codice: ABAV07
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Scultura

Crediti formativi: 4, da sommare ai 4 CFA di Decorazione 2 e ai 4 CFA di Pittura 2 (Decorazione 2 / Pittura 2 / Scultura 2 rappresentano un unico insegnamento da 12 CFA)
Ore: 40, da sommare alle 40 di Decorazione 2 e alle 40 di Pittura 2 (Decorazione 2 / Pittura 2 / Scultura 2 rappresentano un unico insegnamento da 120 ore)
Prof. Daniele Salvalai
E-Mail: daniele.salvalai@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Obiettivi formativi specifici

Il corso ha l’obiettivo di accompagnare gli studenti all’acquisizione di conoscenze e competenze professionali, volte all’acquisizione di metodologie progettuali ed espressive nell’uso degli strumenti e delle principali tecniche della Scultura, attraverso la sperimentazione delle stesse nell’indagine  della materia e delle sue trasformazioni (anche attraverso l’impiego di materiali di diversa natura). Lo studente, durante e alla fine del percorso di studio, dovrà essere in grado di sviluppare una propria ricerca individuale nell’ambito della scultura, con originalità, ma tenendo in considerazione le tecniche tradizionali e l’evoluzione delle stesse, nel contesto della sperimentazione dei linguaggi espressivi più innovativi.

Ci si pone quindi l’obiettivo di far conseguire le conoscenze generali e tecniche per la realizzazione di progetti specifici (da concordare col docente), nonché di sviluppare negli studenti la capacità di confrontarsi con un ambito di ricerca specifico, come quello della trasmissione della pratica artistica rivolta a diverse tipologie di utenti.

Il corso ha inoltre l’obiettivo di fornire un’adeguata formazione tecnico operativa, al fine di progredire nell’acquisizione di una autonoma e personale consapevolezza della produzione scultorea, in relazione a spazi pubblici o privati, a gallerie d’arte e musei.

Prerequisiti

La frequenza del corso di Scultura 1 per il biennio.

Contenuti del corso

Prendendo spunto dalla ricerca scultorea di diversi autori, gli studenti saranno invitati a riflettere sul tema proposto dall’insegnante (condiviso col corpo docenti) attraverso un approccio didattico-laboratoriale, filosofico, poetico e concettuale. La riflessione individuale andrà sviluppata attraverso una ricerca originale e la realizzazione di un progetto artistico personale.

Il laboratorio di scultura è un terreno di sperimentazione utile alla formazione di figure professionali capaci d’individuare ed approfondire un percorso di ricerca artistica personale ed originale, ma anche nella capacità di portare gli studenti a confrontarsi con un ambito di ricerca specifico, come quello della trasmissione della pratica artistica rivolta a diverse tipologie di utenti.

Metodi didattici

Lezioni frontali e laboratorio. Le lezioni saranno strutturate dedicando la prima parte ad un’introduzione teorica agli argomenti individuati, attraverso un’informazione iconografica relativa ad autori contemporanei e del passato (in riferimento al tema proposto); successivamente ad un momento di confronto con gli allievi, che saranno invitati ad esprimere un pensiero personale, esercitandosi così ad utilizzare un linguaggio appropriato della scultura.

Quanto analizzato nelle lezioni teoriche andrà tradotto, sulla base di progetti concordati con l’insegnante, con la realizzazione di studi grafici, bozzetti in scala ed infine, la realizzazione di una scultura o un’installazione.

La pratica laboratoriale sarà incentrata sul confronto e sull’esperienza del gruppo, sulla sperimentazione dei materiali, la progettazione di percorsi laboratoriali rivolti a diverse tipologie di utenti.

Modalità d’esame a fine corso

Colloquio individuale con presentazione della ricerca artistica completa, prodotta durante l’intero anno accademico (disegni, progetti, bozzetti, sculture, installazioni). Gli elaborati andranno presentati alla commissione attraverso un allestimento con carattere professionale (come se si trattasse di un’esposizione in una galleria d’arte o in un museo).

Sarà inoltre richiesta la presentazione di una tesina che documenti lo studio approfondito delle tematiche di lavoro, attraverso la progettazione di un percorso laboratoriale rivolto ad una determinata utenza, con riferimenti storico-culturali e/o riferimenti a scultori che presentino affinità con la propria ricerca.

Testi di riferimento

– Francesco Poli, Il sistema dell’arte contemporanea, Ed. Laterza;
– Francesco Poli, La scultura del Novecento. Ed. Laterza;
– Judith Collins, Scultura oggi, Phaidon 2008;
– E.Montibeller/L.Tomaselli, Arte Sella- the contemporary mountain, Silvana
Editoriale;
– Vittorio Fagone, Art In Nature, Ed. Mazzetta;
– Martin Heidegger, L’origine dell’opera d’arte. Christian Marinotti edizioni;
– Eleonora Fiorani, Leggere i materiali, con l’antropologia con la semiotica.
Ed. Lupetti.

FacebookTwitter