Main menu
Accademia di Belle Arti di VeronaTecniche del marmo e delle pietre dure (per il restauro)

Tecniche del marmo e delle pietre dure (per il restauro)

Corso di Diploma accademico di 1° livello e corso quinquennale a ciclo unico in: Scultura/Restauro PFP1

Anno: 1° anno
Codice: ABAVO9/ABPR73
Settore artistico/scientifico/disciplinare: Tecniche del marmo e delle pietre dure/Tecniche della scultura per il restauro

Crediti formativi: 6 per Scultura / 8 per Restauro PFP1
Ore: 150 per Scultura / 100 per Restauro PFP1
Prof.ssa Francesca Piccolino Boniforti
E-Mail: francesca.boniforti@accademiabelleartiverona.it

A.A. 2016/2017

Obiettivi formativi

Il corso ha l’obbiettivo di far conoscere e sperimentare gli strumenti e le tecniche tradizionali della scultura in pietra, per formare un Restauratore di Beni Culturali con competenza specifica dei materiali che saranno oggetto dei suoi interventi di restauro. Si apprenderanno le nozioni essenziali sui diversi tipi di materiali lapidei, la loro formazione geologica, l’estrazione dalla cava e tutte le fasi di lavorazione che portano all’opera d’arte. Si prenderà visione degli strumenti antichi, della loro storia ed utilizzo nei secoli. Si imparerà la tecnica della scultura tradizionale, dal modello in plastilina fino a scolpire i diversi tipi di pietra con gli strumenti più idonei a seconda della durezza e delle caratteristiche proprie del materiale.

Prerequisiti

Nessuno.

Contenuti del corso

Le pietre utilizzate in scultura: arenarie, calcari, marmi e pietre dure. Caratterischiche e tipi di lavorazione. Il deterioramento naturale delle rocce legato all’escavazione ed alla lavorazione.
Gli strumenti dei cavatori, degli scalpellini e degli scultori: storia e sviluppo.
Esperienze pratiche: realizzazione di un ornato in plastilina, calco, copia in pietra dal modello realizzato in gesso.
Esperienze di integrazioni di parti mancanti in un’opera scultorea: tecniche antiche e moderne. Tipologie di incollaggi ed imperniature con vari tipi di resine e perni. Assemblaggi reversibili.

Testi di riferimento

  • · Cellini B., Della scultura, 1568, Modena, 1983
  • · Del Riccio A., Istoria delle pietre, 1597, Torino, 1996
  • · Giovannini P. Ancora P. Manganelli Del Fa C., Le calcareniti della Puglia meridionale, esame ragionato degli strumenti e delle tecniche utilizzate nella lavorazione tradizionale, Parte I-II, in Recuperare l’edilizia, Anno II, n.9, Aprile-Maggio 1999, n.10, Giugno-Luglio 1999
  • · Giovannini P., Il San Matteo di Michelangelo: analisi delle tacce di lavorazione, studio degli strumenti e osservazioni sulla tecnica di scultura, in OPD Restauro. Rivista dell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze, 10, Firenze, 1998
  • · Lazzarini L. (a cura di), Pietre e marmi antichi, Padova 2004
  • · Manganelli Del Fa C., La porosità nei materiali lapidei naturali e artificiali, Modena 2002
  • · Rockwell P., Lavorare la pietra, Roma, 1989
  • · Rodolico F., Le pietre delle città d’Italia, Firenze, 1962
  • · Wittkover R., La scultura, Torino 1985

Metodi didattici

Laboratori pratici e lezioni teoriche.

Modalità di valutazione

L’esame consisterà nella presentazione in PowerPoint del lavoro svolto durante il corso, con fotografie e informazioni raccolte direttamente dallo studente, integrata da alcune domande del programma teorico.

FacebookTwitter